1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
     
Contenuto della pagina

Dimmelo Tu

 
  1.  

    Le mostre

    "MARATONA INFERNALE" In viaggio con Dante

    Intervista a Lamberto Lambertini

    Ravenna Festival propone il 3-4-5 luglio (presso la Sala multimediale dei Chiostri Francescani) il video/viaggio cinematografico "Maratona Infernale", prima parte dell'ambizioso progetto In viaggio con Danterealizzato dalla Società Dante Alighieri, suggestivo documentario in più tappe del regista Lamberto Lambertini, con il sostegno di Arcus e della Direzione Generale per gli Italiani all'Estero e le Politiche Migratorie del MAE. La conferenza stampa di presentazione di "MARATONA INFERNALE" avrà luogo martedì 1 luglio alle ore 12 presso la Sala multimediale dei Chiostri Francescani. Interverranno Cristina Mazzavillani Muti, Antonio De Rosa e Franco Masotti per il Ravenna Festival, Paolo Peluffo (vice-presidente Società Dante Alighieri) e Lamberto Lambertini (regista).
    Il progettoMaratona Infernalevuole offrire una rilettura in chiave contemporanea dell'Inferno dantesco e illustrare i versi del Sommo Poeta attraverso le immagini del patrimonio storico-artistico e naturalistico dell'Italia, contribuendo così a far riscoprire la Divina Commedia e nello stesso tempo a promuovere i luoghi più suggestivi del nostro Paese. 34 canti infernali, restituiti in suggestive immagini dalla regia di Lamberto Lambertini - ideatore del progetto insieme a Paolo Peluffo - per un inedito viaggio emozionale. 
    Città e strade, deserte e affollate, di giorno e di notte, borghi, acque e campi, sentieri, boschi e radure, visioni nuove degli scorci più noti e meno conosciuti, case e chiese, industrie e rovine, pianure e altipiani, coste e boschi, odierni simulacri e monumenti e rovine del passato, immersi nel mistero della storia, come quella del tempo di Dante. Luoghi vissuti come spazio della creatività si intrecciano in un viaggio dove immagini, parole ed esperienza del territorio propongono una visione corale. Dal Nord alle Isole, le storie di vita dell'Italia e degli italiani dei giorni nostri fanno da sfondo alla voce del Sommo Poeta, attualizzando la cantica dantesca e restituendo un'opera di altissima fruibilità. Racconta Lamberto Lambertini che Borges lesse a trent'anni la Divina Commedia, approfittando dei lunghi viaggi in tranvai con cui ogni giorno raggiungeva la biblioteca in cui lavorava. Disponeva di un'edizione in italiano con traduzione inglese a fronte, ma giunto alla sommità del Purgatorio si accorse di poter leggere direttamente in italiano.

    "Quali immagini avevano accompagnato quella lettura?" si chiede Lambertini: "Cosa appariva ogni volta che gli occhi si sollevavano dalla pagina? Passeggeri, impiegati, operai e, fuori dai finestrini, scorrere le strade, le case, la vita di Buenos Aires mutare nelle ore e nel tempo".
    È questa la suggestione alla base di Maratona infernale: i 34 canti letti sullo sfondo dell'Italia di oggi, la quotidianità del lavoro, le città, i paesaggi... a pochi passi dalla Tomba di Dante.